Studiare all’estero in diverse destinazioni!

Esperienze degli studenti agosto 14, 2018

Due settimane, due destinazioni, una lingua…

Il mio soggiorno linguistico a Toronto

Ho seguito un corso d’inglese alla scuola OHC Toronto per una settimana ed è stata un’esperienza fantastica. Fin dal primo giorno siamo stati invogliati a partecipare e ad interagire con gli insegnanti e con gli altri studenti della classe. Mi sono subito sentita a mio agio.

Le lezioni erano divertenti ed entusiasmanti! Dato che questo periodo all’estero coincideva con le mie vacanze, ho scelto il corso standard, con lezioni d’inglese generale e un corso facoltativo come preparazione agli esami, pronuncia, conversazione, ecc.

Per l’alloggio avevo scelto di abitare alla Sherbourne Student House. Il mio appartamento era semplice, ma con tutto quello di cui avevo bisogno: un letto, un armadio, una scrivania, un bagno, una cucina e addirittura una terrazza! Sono stata così fortunata da trovarmi al 17. piano e poter ammirare una vista spettacolare su Toronto!

Per quanto riguarda la città, non è stato amore a prima vista eppure mi sono subito ricreduta. Arrivando al mio appartamento per la prima volta, ho pensato che la città fosse piuttosto grigia… non potevo essere più lontana dalla realtà. Una volta arrivati in centro, si può capire quanto Toronto sia meravigliosa e tranquilla nonostante sia una metropoli. La consiglio vivamente!

 

Il mio soggiorno linguistico a New York

Dopo la mia avventura a Toronto, ho deciso di frequentare la Brooklyn School of Languages di New York. In questo modo avevo la possibilità d’imparare l’inglese in immersione per due settimane e di studiare all’estero in diverse destinazioni, confrontando gli accenti e gli stili di vita in Canada e negli USA. Nonostante queste città siano abbastanza vicine l’una all’altra (meno di 2 ore di volo), le differenze sono incredibili.

La scuola mi è piaciuta molto per le sue piccole dimensioni. Si trova al 34. piano di un edificio che dà sullo spettacolare panorama di Manhattan. Gli insegnanti sono piuttosto esigenti e questo significa che oltre alle lezioni in classe, si deve studiare e fare esercizi anche dopo i corsi: il modo ideale per migliorare velocemente le proprie competenze linguistiche.

Durante le pause tra una lezione e l’altra si ha invece la possibilità di prepararsi un caffè o un tè nella cucina della scuola. Un vantaggio non trascurabile, soprattutto se ci si deve ancora abituare al fuso orario nei primi giorni! Per New York ho deciso di alloggiare a casa di una famiglia ospitante. Ho scelto la formula senza vitto, perché sono abbastanza schizzinosa e preferisco avere la libertà di cucinare autonomamente. Scegliendo questa formula, ricordate però che avrete meno possibilità d’interagire con la famiglia, perché non vi ritroverete insieme in occasione dei pasti.

Per quanto riguarda la città, non c’è molto da dire rispetto a quello che già si sa! È enorme e piena di cose da fare, con innumerevoli bar e ristoranti. È impossibile dire: “non so cosa fare oggi” perché c’è così tanto tra cui scegliere. Ero già stata a New York e nonostante questo ho potuto vedere cose che non sapevo nemmeno esistessero. Consiglio questa scuola agli studenti più indipendenti che desiderano davvero lavorare sulle loro competenze in inglese. È un’ottima scelta!

Studia all’estero in diverse destinazioni

Di Nuria Vázquez

Che cosa ne pensi?