Come studiare a Liverpool mi ha cambiato la vita

Esperienze degli studenti febbraio 21, 2018

Quando si pensa ad un viaggio all’estero, il Regno Unito è una destinazione tipica. In passato ho lasciato il mio cuore a Cambridge, dove ero già stata un paio di volte. Sono sempre stata affezionata alle piccole cittadine inglesi che uniscono il verde e i paesaggi lussureggianti con un energico stile di vita urbano.

Cosa viene in mente quando si pensa al Regno Unito? Lasciatemi dire i miei primi tre pensieri: tè, scones e la Regina. Ottimo! Probabilmente condividiamo gli stessi pensieri, ma questo paese ha molto di più da offrire. Studiare a Liverpool ne è un esempio lampante e ora vi spiego il perché.

 

Mi chiamo Johanna e mi sono diplomata alla scuola superiore nell’estate 2017. Anziché iscrivermi direttamente all’università, ho deciso di intraprendere un viaggio per ampliare i miei orizzonti. La mia insegnante di tedesco era solita utilizzare questa metafora per spiegare il significato della poesia romantica. Lo descriveva come un anelito a viaggiare verso paesi lontani – luoghi sconosciuti e con un tocco magico che catturavano i cuori dei viaggiatori desiderosi di sfuggire alla realtà.

Ho scelto di studiare a Liverpool per migliorare le mie competenze in inglese alla Liverpool School of English per 5 settimane. Poi, ho trascorso 5 settimane lavorando all’IM Marsh Campus della Liverpool John Moores University in due dipartimenti diversi. L’atmosfera e l’energia della scuola erano fantastici. Ho apprezzato le lezioni con i vari insegnanti che si prendevano davvero cura dei nostri bisogni accademici e personali. Le lezioni non si svolgevano sempre in classe, ma anche in gallerie d’arte, musei e café, i miei posti preferiti.

Oltre alle lezioni in classe, la scuola offriva anche varie attività ricreative a cui io e i miei amici abbiamo partecipato con entusiasmo: serate pizza, uscite nei pub e cinema erano spesso nella mia lista delle cose da fare… e indovinate? Le ho tutte spuntate dalla lista 😉

Liverpool è una città fantastica se amate la vita notturna e le attività divertenti. Per me è stato strano vedere il modo di vestirsi dei più giovani e la quantità di alcol che consumano. Dopo un po’ di tempo mi ci sono abituata e ogni tanto uscivo anch’io la sera.

Se preferite scoprire la città di giorno, troverete numerosi musei che vi daranno un’ottima prospettiva sulla cultura e sulla storia di Liverpool. Ho visitato vari musei come la Tate Liverpool, International Slavery Museum, il Merseyside Maritime Museum, la Victoria Gallery e, non ultimo, The Beatles Story. Alcune sere andavo ad ascoltare alcuni musicisti che suonavano le canzoni dei Beatles al The Cavern Club, dove il celebre gruppo si esibì in varie occasioni. Non potrò mai consigliare abbastanza quest’esperienza!

Durante il fine settimana, mi iscrivevo ad escursioni in località come Chester o il Lake District oppure mi divertivo da sola con un buon libro negli adorabili café di Liverpool, che non sono affatto rari. Se vi capita di visitare questa magnifica città, provate il caffè da Bold Street Coffee, The Cow&Co Café o da Coffee & Fandisha. 92 Degrees Coffee e Unit 51 sono altre perle nascoste. Definirli deliziosi è riduttivo, nessuna bugia!

 

Chi pensa che io avessi solo tempo libero si sbaglia. Per il mio tirocinio in università, lavoravo dalle 09.30 alle 15.30. Aiutavo il personale di selezione e ammissioni con le iscrizioni degli studenti: questo significava dare una mano durante i colloqui, scannerizzare vari documenti e fare da usciere durante la cerimonia di laurea nella grande cattedrale di Liverpool. È stato un evento davvero indimenticabile ed è stato il punto culminante di tutta la mia esperienza. In generale, quest’esperienza lavorativa mi ha aiutata ad acquisire un vocabolario più inerente all’ambito professionale, a migliorare il ritmo con cui parlo e la mia padronanza dell’inglese.

Qui potete vedermi davanti ai luoghi colorati nella fantastica zona hipster del Baltic Triangle. Qualsiasi persona con cui abbiate parlato a Liverpool è facilmente rintracciabile sui Social Media, perché questo murales è una visita imperdibile e uno scatto assolutamente da postare su Instagram, Facebook, ecc. Di fronte a queste ali dai colori brillanti, è possibile capire il simbolo di Liverpool: il Liver Bird.

 

Il mio soggiorno in questa città è stato indimenticabile e spero di tornarci presto per rivivere i miei ricordi. Se state pensando di andare in Inghilterra per un’esperienza linguistica, non scegliete l’affollata città il cui nome inizia con la stessa lettera di Liverpool. Se volete fare amicizia facilmente e non volete essere frustrati dal traffico o ossessionati dal calcio, la decisione giusta è scegliere di studiare a Liverpool. Io l’ho fatto!

Portami a Liverpool

Di Johanna Lückel

Che cosa ne pensi?