La mia esperienza con ESL a Brighton

Il mio soggiorno a Brighton è durato 4 settimane, alla fine delle quali ho conseguito l’esame per la certificazione FIRST.

Sono arrivata a Hove, paese adiacente a Brighton, il 25 luglio 2016.

 

Al mio arrivo in stazione, sono venute a prendermi le mie due roommates che mi hanno accompagnato a casa, dove ho conosciuto la mia host family. La padrona di casa, Chrissie, mi ha subito mostrato la mia camera e le altre stanze in condivisione con gli altri ospiti.

Dopo un pomeriggio trascorso assieme alle due ragazze, ho avuto modo di conoscere meglio la famiglia a cena. Era composta da quattro persone: Chrissie, Simon e i due figli (anche se solitamente il figlio maggiore tornava a casa solo nei week-end ed era quindi poco presente). Mi son trovata subito molto bene con tutti ma in particolare con la mia famiglia, accogliente sin dal primo giorno.

Durante la mia permanenza, la mia host family si è impegnata a farmi sentire parte della loro famiglia: mi hanno aiutato per qualsiasi cosa avessi bisogno, mostrandomi disponibilità sotto ogni punto di vista e incoraggiandomi ad essere più sicura del mio inglese.

Non ho mai avuto problemi con i miei altri compagni di stanza e molto rari erano i momenti in cui mi trovavo a casa da sola: ho trascorso tutte le cene sempre in compagnia della mia famiglia.

Si sono sempre dimostrati disponibili anche per quanto riguardava l’orario di rientro a casa: il giorno del mio arrivo, Chrissie mi ha dato il suo numero di cellulare per contattarla in caso di bisogno e avvisarla in caso di ritardo o di mancata presenza a cena, e mi è stata fornita una copia delle chiavi per poter rientrare a casa in totale autonomia.

La casa è sempre stata pulita e in ordine: la pulizia delle camere e il cambio delle lenzuola venivano effettuati ogni fine settimana. Il cibo è sempre stato di ottima qualità, quasi mai precotto o preconfezionato. Per colazione ad esempio, c’era pane fresco fatto in casa tutte le mattine! La casa si trovava vicino alla stazione e la zona era ben collegata dai mezzi pubblici.

 

Le mie roomates mi hanno accompagnato al BSC il primo giorno di scuola.

BSC_Brighton_Exterior_1

 

Al mio arrivo, lo staff mi ha accolto e registrato, consegnato la tessera dello studente, l’elenco dei miei professori, l’orario dei corsi che avrei dovuto seguire, e il materiale scolastico. Il corso che seguivo era finalizzato alla preparazione per la certificazione inglese di livello B2 e consisteva in lezioni di grammatica e speaking tutti i giorni dalle 9 alle 13:10 e due volte a settimana le lezioni pomeridiane di writing.

La casa dove alloggiavo era distante una decina di minuti di camminata dalla scuola, un edificio accogliente e tecnologico. I professori che ho conosciuto durante il mio soggiorno sono stati tutti professionali e competenti e allo stesso tempo disponibili ad aiutarci, tanto che alcuni di loro ci hanno dato la loro e-mail. Lo stesso vale per lo staff della scuola, sempre disposto ad aiutarci per qualsiasi difficoltà a scuola o con la famiglia ospitante.

Ogni settimana, la scuola organizzava diverse attività per permettere agli studenti sia di visitare la città sia di conoscersi. Per quanto riguarda la preparazione alla certificazione, dal mio punto di vista è stata eccellente a livello grammaticale e lessicale di speaking e writing. Tutti gli studenti della mia classe hanno superato l’esame e ottenuto la certificazione.

Brighton è una città perfetta per chi vuole partire alla scoperta di posti nuovi e vivere una bella esperienza senza avere la paura di potersi perdere come potrebbe capitare a Londra. E’ una città confortevole, adatta a tutti e molto vivace. A ogni angolo della città si può scoprire qualcosa di nuovo: dalle spiagge ventose ai lanes (vicoli) pieni di negozi alternativi. Tutto questo è reso possibile grazie anche ad un sistema di trasporti che collega molto bene la città. A mio parere, l’unica difficoltà che uno studente può riscontrare è che, come in tutte le città inglesi, per poter entrare nei locali in cui è autorizzata la vendita di alcool è necessario essere maggiorenni.

 

Grazie soprattutto ad ESL posso dire di aver trascorso quattro settimane magnifiche. Ho avuto la possibilità di conoscere persone nuove, paesi e culture completamente differenti dalla mia che mi hanno arricchito molto, soprattutto a livello personale. Consiglio a chiunque voglia intraprendere una nuova avventura e migliorare il proprio inglese, di non esitare e partire perché sicuramente non se ne si pentirà.

Print Friendly