ESL Travel Blogger – Andrea torna da Città del Capo

Esperienze degli studenti ottobre 31, 2017

Al ritorno dal mio soggiorno linguistico a Città del Capo, un sacco di amici mi hanno chiesto “Hey Andre, ma perché dovremmo andare a Cape Town, in un posto così lontano come il Sudafrica?”. Beh, rispondere non è stato facile, ma per lo meno sapevo da dove iniziare:

Viaggiare è ben più che vedere luoghi: è un cambiamento che continua, profondo e permanente, nel vivere.

Cape Town travel blogger

 

Questa era l’idea che avevo in testa prima di partire per il mio soggiorno linguistico a Città del Capo, ed ora, dopo un’intera settimana a casa, posso davvero dire di essere partito con l’idea giusta. Questo viaggio è stato un cambiamento permanente nella mia idea di vita e, dopo tutti questi giorni, ho capito che ciò è avvenuto si rifletterà sulla mia vita più avanti, nelle piccole cose e nelle decisioni più importanti.

Si dovrebbe andare a Città del Capo per ristabilire l’importanza che si dà alle cose, da quelle più materiali alle emozioni, e per capire quanto questa possa fare la differenza.

Da quando sono tornato, c’è qualcosa a cui penso ogni giorno: i bambini nelle Townships a cui ho avuto occasione di fare lezione. Sono loro, forse, quelli che mi hanno aiutato di più a cambiare così tanto. Ricordo che quel giorno, sono rimasto meravigliato dalla loro forza interiore e dalla curiosità per quello che era il mondo fuori; potergli insegnare tutto ciò che sapevo sulle balene e sulla biologia marina mi ha permesso di passargli qualcosa, ma si tratta di molto poco rispetto a quanto mi hanno passato loro. Vivere in un ambiente per nulla facile, ma portare comunque dentro di sé un’energia così forte che traspare dagli occhi! Essere in grado di trasmettere tanto amore quanto quello che mi hanno trasmesso loro è un qualcosa da imparare. Qualcosa che molte persone non sanno più fare.

little girl south africa

 

È questo, alla fine, quello che ti lascia il Sudafrica. Ci vai per imparare una lingua e torni rieducato alla vita! Impari nuovamente ad approcciarti alle persone, tutte così lontane dalla tua cultura, ad accoglierle con un sorriso come un’occasione di crescita da afferrare al volo. Impari nuovamente ad approcciarti alla natura stessa, rispettandola molto di più. Hai l’occasione di toccare con mano le sfide che il nostro Pianeta sta affrontando, così distanti però dalla nostra parte di mondo.

Sin dal primo giorno di soggiorno linguistico à Città del Capo, una delle cose che mi hanno aperto di più gli occhi è stato il tema del risparmio dell’acqua, per cui tantissime persone si stanno battendo, ma a cui non badiamo davvero nel nostro mondo, nella nostra quotidianità.

Il Sudafrica è il posto ideale per crescere e per cambiare, soprattutto se è la crescita ciò che si sta cercando! Ho avuto modo di conoscere viaggiatori da tutto il mondo, come me giunti a Cape Town per un soggiorno linguistico, tutti accumunati dalla consapevolezza di ciò che quella Terra gli stesse facendo, da come quella Terra gli stesse entrando nel cuore portandoli in punti della loro vita che non avrebbero mai pensato di raggiungere.

Un ragazzo californiano che stava affrontando il suo primo viaggio da solo, un uomo israeliano deciso ad attraversare il Sudafrica in un mese ma che alla fine vi è rimasto due mesi in più, una ragazza brasiliana disposta a 3 lunghi mesi lontana da casa pur di studiare la lingua e il territorio, e così tanti altri. Ognuno di loro fuori dalla sua “comfort zone”, dove ogni passo è nuovo ed ogni strada è un’avventura! Tutti trasformati da questa nuova atmosfera e cultura africana.

Lions Head Cape Town friends

 

Una volta provato tutto ciò, non vi si può più rinunciare; io stesso sono sicuro che tornerò in quella parte del mondo, a cui ormai non riesco più a smettere di pensare! Non sono più in Sudafrica, ma il Sudafrica è certamente con me – ecco, in sintesi, ciò che mi ha lasciato il mio soggiorno linguistico a Città del Capo!

Raccogliete ricordi sudafricani!

Di Andrea Gernone

Che cosa ne pensi?