Come dire “ti amo” in varie lingue

Dopo “ciao”, “arrivederci”, “per favore”, “grazie” e “dov’è il bagno”, una delle prime frasi che si impara a dire in una lingua straniera è “ti amo”. Che stiate cercando di far colpo su qualcuno di speciale a San Valentino o vogliate sfoggiare il vostro fascino da Casanova, saper dire “ti amo” in varie lingue sarà un’ottima freccia al vostro arco!

Neerlandese: Ik hou van jou

Fate una crociera in barca tra i canali fioriti, salite su una bicicletta per due o mettetevi comodi in un accogliente café per festeggiare il Valentijnsdag nei Paesi Bassi! Qui non è altrettanto popolare come in altri paesi, ma le coppie si scambiano quantomeno fiori e bigliettini.

Francese: Je t’aime

Nessun altro paese europeo ha lo stesso fascino romantico della Francia! Cosa c’è di più suggestivo di un bicchiere di vino francese, un ristorante a lume di candela, la canzone Je t’aime in sottofondo e il vostro amour davanti a voi?

Tedesco: Ich liebe Dich

Pur non essendo noti per il loro romanticismo, anche i tedeschi festeggiano il giorno di San Valentino, soprattutto in Baviera! Forse è per questo che in Germania si trova la famosa “Strada Romantica”? Anche se doveste ritrovarvi da soli il giorno di San Valentino, potete sempre consolarvi con un delizioso Lebkuchen a forma di cuore!

Cinese mandarino: Wǒ ài nǐ

Non usate questa frase a caso con i vostri amici o con la prima persona che frequentate in Cina! La frase cinese per dire “ti amo” esprime un sentimento molto forte, talmente forte da non essere nemmeno comune tra i familiari! Se siete alla ricerca di una fuga romantica, non perdetevi il Qixi Festival: si svolge il settimo giorno del settimo mese del calendario lunare cinese (solitamente in agosto) e commemora un’antica leggenda d’amore.

Giapponese: Aishiteru

La festa di San Valentino in Giappone è decisamente più particolare… perché in questo giorno, le uniche persone a fare regali sono le donne! Non preoccupatevi, non è così sessista come sembra: esattamente un mese dopo, il 14 marzo, sono gli uomini a ricambiare durante il cosiddetto “White Day”. In entrambi i casi, i cioccolatini sono di gran lunga il regalo più comune.

Coreano: Sarang hae

Come in Giappone, anche la Corea del Sud festeggia San Valentino, il White Day e come extra bonus, il Black Day! Celebrato il 14 aprile, il “Black Day” è dedicato ai single che non hanno potuto festeggiare le altre due ricorrenze. Tutti hanno il diritto ad un giorno di festa!

Portoghese: Eu te amo

Vedrete l’equivalente portoghese di “ti amo” stampato sui biglietti di San Valentino il 14 febbraio in Portogallo e il 12 giugno in Brasile. Quest’ultimo è il Dia dos Namorados, giorno che precede la festa di Sant’Antonio, patrono delle giovani coppie. Entrambe queste ricorrenze romantiche si svolgono all’insegna di fiori, cioccolatini e appuntamenti a cena in città.

Russo: Ya lyublyu tebya

San Valentino è un’acquisizione relativamente nuova in Russia, avendo guadagnato popolarità solo negli anni ’90. Ora però viene celebrata come nel resto del mondo, con fiori, cioccolatini e gioielli per le donne. Se non amate le cose troppo smielate, potete sempre mettervi comodi e leggere una delle tragiche storie d’amore russe come Anna Karenina o Il Dottor Zivago!

Spagnolo: Te amo

Dite “ti amo” con le dolci note di una chitarra spagnola in sottofondo! In America Latina, te amo è la frase più usata per esprimere i propri sentimenti, mentre in Spagna te quiero è di gran lunga più comune. In qualsiasi modo scegliate di dirlo, sentirvi chiamare mi amor dalla vostra fiamma latina vi farà battere il cuore!

Svedese: Jag älskar dig

Lo sentirete dire dagli svedesi a San Valentino, giorno in cui il regalo tipico per la dolce metà è un mazzo di rose rosse. Anche qui la tradizione è relativamente nuova, ma è la scusa perfetta per una serata romantica a lume di candela… anche perché le notti invernali in Scandinavia sono notoriamente lunghe!

Impara più lingue

Di Leah Ganse

Che cosa ne pensi?