10 acronimi inglesi da sapere

Imparare le lingue Agosto 25, 2020

Le abbreviazioni e gli acronimi sono piccoli strumenti di comunicazione, diffusi in ogni lingua e particolarmente frequenti in inglese. Che si tratti di scrivere un’email o digitare velocemente sul proprio smartphone, le parole e i termini abbreviati rendono la vita più semplice – e divertente!

Se le abbreviazioni non sono altro che il risultato di parole accorciate (ad esempio, “ca.” anziché “circa”) sono facilmente comprensibili, gli acronimi sono meno intuitivi e possono  generare una certa confusione. Si formano prendendo le iniziali di ciascuna parola che compone una frase, mettendole spesso in maiuscolo, per creare un nuovo termine: come LOL, acronimo di Laughing Out Loud (ridere di gusto).

Gli acronimi inglesi possono essere usati sia in contesti formali che informali, ed è quindi molto importante riconoscerli e capirli per chi parla inglese. Ovviamente, il fatto di usarli ti permetterà anche di scrivere più velocemente ­– e di sembrare un vero professionista! Ecco 10 popolari acronimi inglesi assolutamente da sapere:

1. BRB

Be Right Back (Torno subito) è sicuramente qualcosa che si può dire in qualsiasi contesto, ma questo acronimo viene utilizzato soprattutto quando si chatta con gli amici. Stai mandando un messaggio WhatsApp dietro l’altro, quando tuo padre ha improvvisamente bisogno di parlare con te? Nessun problema, ti basterà scrivere ai tuoi amici: BRB.

2. ASAP

Questa è spesso la peggiore fonte di panico se arriva da un’email del proprio capo. Quando ti capiterà di leggere “Can you complete this ASAP?”, forse farai meglio a metterti subito al lavoro, perché la tua scadenza è As Soon As Possible (il più presto possibile) – un piccolo eufemismo per dire “subito”, se non addirittura “l’altro ieri”!

3. RSVP

Questo viene utilizzato per la maggior parte negli inviti, che siano per eventi come matrimoni e feste o riunioni d’ufficio. Come molti altri termini inglesi, trova le sue origini nella lingua francese ed è l’acronimo della frase: Répondez s’il vous plait – una semplice richiesta di risposta, per confermare o meno la propria presenza all’evento.

4. TBC/TBD

Lo stesso invito in cui ti è stato chiesto un RSVP, potrebbe anche ricordare che il luogo dell’evento è TBC – To Be Confirmed (da confermare): meglio non affrettarsi a prenotare il taxi! Allo stesso modo, gli appunti presi durante una riunione possono riferirsi ad argomenti di cui si dovrà discutere più approfonditamente, ovvero TBD – To Be Discussed!

5. ETA

ETA è in realtà un acronimo molto comune utilizzato nell’industria dei trasporti per indicare un orario di arrivo stimato (Estimated Time of Arrival). Sentiti però libero di usarlo ogniqualvolta avrai bisogno di comunicare a quanto ammonta il tuo ritardo (“Sì, lo so che eravamo d’accordo d’incontrarci alle 18:00, ma temo che il mio nuovo ETA sia alle 19:00…”).

6. DOB

Quest’acronimo è davvero bizzarro. In realtà sembra più un nome che si darebbe ad un alieno o ad un sinonimo infantile per dire “pupù”. Tuttavia, non ha niente di così divertente – DOB è l’acronimo di Date Of Birth (data di nascita) ed è molto comune in tutti quei moduli che si devono compilare con le informazioni personali.

7. IMO

Chi di noi non ha mai avuto un’opinione che si sentiva in dovere di condividere? Ecco come presentarle velocemente! IMO – In My Opinion (a mio parere) si presta ad essere modificato e avere una sfumatura ancora più educata: IMHO viene utilizzato altrettanto frequentemente ed è l’acronimo di In My Humble Opinion (a mio modesto parere).

8. aka

Questo acronimo è particolarmente utile quando si tende ad utilizzare molti soprannomi, come ad esempio: “Ecco a voi il Boss, aka ‘Mia mamma’”. “Also known as” può far comodo anche per fare dell’ironia: “Fate spazio alla persona più intelligente della stanza, aka ‘Me’”.

9. DIY

Se fai parte di quelle persone che preferiscono occuparsi direttamente delle proprie cose, come riparare un elettrodomestico o dare una sistemata alla casa, invece di affidarsi ad un professionista, allora dovresti sapere che sei un tipo “fai da te” o DIY – Do It Yourself.

10. FOMO

Immaginati questo: è venerdì e i tuoi amici stanno organizzando una serata fuori, ma sei stanco e non hai voglia di fare tardi, perciò prendi in considerazione l’idea di stare a casa. Poi, invece, inizi ad andare in paranoia all’idea non essere andato a quella che potrebbe essere una serata leggendaria. Questa sensazione è esattamente quella che si definisce: FOMO – Fear Of Missing Out (la paura di perdersi qualcosa d’interessante).

Ora che conosci le basi, eccoti  una notizia destabilizzante: su Internet sputano costantemente nuove abbreviazioni e acronimi in inglese. Ma non c’è nulla da temere – più familiarizzerai con questi termini e migliorerai le tue competenze linguistiche, più sarà facile capire quelli nuovi in cui ti imbatterai!

Migliora il tuo inglese con ESL

Di Julia Hoyas

Che cosa ne pensi?