I Blues Brothers volano a Londra

Esperienze degli studenti agosto 16, 2017

Maxi B e Michael Casanova sono i famosi Blues Brothers di Radio 3i, molto conosciuti nella Svizzera Italiana.

Diverse trasmissioni, diverse apparizioni e soprattutto tante tante belle avventure a Londra. Scopriamo alcune.

 

Ciao Maxi, ciao Michael! Innanzitutto raccontateci un po’ di voi e di come è iniziata la vostra avventura a Radio 3i?

Ciao, anzi, hi!

Abbiamo iniziato l’avventura a Radio3i nello stesso momento. Era settembre del 2013. Io (Maxi) andavo in onda il sabato, la domenica e il lunedì sera. Michael invece la domenica. Non ci conoscevamo prima di allora. Non di persona almeno. Io avevo terminato il tour del mio ultimo album e sinceramente mi ero stufato del mondo del rap e della discografia. Cercavo altri stimoli. Lui aveva deciso di smettere con la carriera da calciatore malgrado la giovane età e il grande talento. La proposta arrivó all’improvviso per entrambi. Abbiamo iniziato con un programma sportivo tutte le domeniche grazie all’intuizione di Matteo Pelli. Un programma che di anno in anno è sempre andato meglio grazie alla magia che si è venuta a creare con il pubblico. Un misto tra sport e ironia. Nel frattempo siamo stati “promossi” a condurre il Morning Show durante i Mondiali in Brasile. Da quel momento abbiamo cominciato a collaborare con Bigio Biaggi. Noi lo consideriamo il terzo Blues Brothers. È un privilegio lavorare con Matteo e Bigio, e con tutti i nostri colleghi che ci supportano sempre nelle nostre infinite pazzie.

Dal Ticino a Londra: volevate conoscere la Regina?

Ma come non lo sai? Maxi B è il nipote illegittimo della Zia Betty (così la chiama lui). E comunque non ci crederai ma a Londra abbiamo visto davvero la Regina, abbiamo tutto documentato. Siamo volati a Londra grazie ad ESL e EC School per due motivi. Per fare l’esperienza di studiare inglese all’estero alloggiando presso una Host Family e per fare alcune puntate del nostro nuovo programma TV che andrà in onda su Teleticino ogni lunedì dalle 19:10 circa dal 28 agosto.

 

La cosa più bella che vi rimarrà nella memoria di questa esperienza?

Sono tante le cose che ricorderemo. Dalla Host Family che ci ha trattato come figli, alla scuola, dove siamo stati accolti e seguiti con tanta pazienza. Ricorderemo il Center Court a Wimbledon dove siamo riusciti ad entrare senza biglietti… non chiederci come :-), ricorderemo lo stadio di Wembley, l’avventura per trovare la casa di Amy Winehouse e l’amicizia fatta con le molte persone che ogni giorno si fanno fotografare sulle famose strisce pedonali ad Abbey Road. Ricorderemo la disponibilità delle persone e la multiculturalità di una città aperta e colta. Una città che malgrado gli ultimi fatti di terrorismo, non ha paura, anzi, accoglie tutte le etnie e religioni.

 

Oltre al divertimento c’è stata anche la parte studio. Com’è stato tornare tra i banchi di scuola? E l’inglese….?

A scuola ci siamo trovati subito bene, grazie alla splendida organizzazione sia da parte del direttore che del suo team, sempre disponibili e soprattutto competenti. Abbiamo frequentato una classe con allievi provenienti da tante nazioni come la Corea del Sud, India, Italia, Francia, Brasile ecc… Ci hanno aiutato molto a tornare sui banchi di scuola. Con l’inglese, stranamente, ce la siamo cavata mica male, anche Maxi che non aveva mai studiato la lingua.

 

Ragazzi, date un consiglio a chi sta pensando di fare un’esperienza simile alla vostra: imparare l’inglese a Londra!

Il consiglio è: Fatelo! Se possibile alloggiate da una Host Family. Imparerete ancora prima la lingua e sarà un’esperienza senza paragoni. Londra offre tanti spunti e stimoli. La EC School è attrezzata e gli insegnanti che abbiamo conosciuto sono competenti e molto disponibili. Fatelo, fatelo e fatelo. Andate da ESL Soggiorni linguistici, anche perché se no, ci torniamo noi al vostro posto.

 

Seguite i Blues Brothers su facebook: Blues Brothers Radio3i

Di Silvia Capra

Che cosa ne pensi?