Imparare una lingua diventa più difficile con l’età?

Fino agli anni ’90, era generalmente diffusa la convinzione che solo i bambini potessero imparare una seconda lingua ad un livello tale da diventare bilingue. I bambini, si diceva, sono più recettivi nell’apprendimento, in particolare, in quello delle lingue. Tutto questo aveva effettivamente un senso: i bambini hanno bisogno di imparare una lingua per integrarsi nella società ed è quindi sicuramente più facile per loro impararne una seconda.

Questa convinzione perdurò fino a quando i linguisti non iniziarono ad analizzare i dati, scoprendo che la distinzione non era poi così netta come ipotizzato. Le ricerche dimostrano oggi che i giovani hanno indubbiamente molti vantaggi quando studiano le lingue, ma anche che la maturità degli adulti offre strumenti e tecniche inaccessibili ai bambini.

Se i bambini sono naturalmente più portati ad assimilare nuovi concetti, gli adulti utilizzano le loro esperienze di vita per imparare.

Di conseguenza, imparare una lingua non diventa necessariamente più difficile con l’età, diventa semplicemente diverso!

Cosa significa “essere adulti”?

Se siete convinti che la musica di qualche anno fa sia nettamente migliore e che i ragazzi di oggi non sappiano cosa sia l’educazione, potete esserne certi: siete adulti.

167229185(1)

Il cervello subisce dei cambiamenti chimici durante la pubertà, ma questo non significa che la capacità d’imparare una nuova lingua scompaia con l’arrivo dei primi brufoli. Dopo rapide oscillazioni nel pieno dell’adolescenza (14-15 anni), i cambiamenti diventano più graduali e continuano, per una certa misura, nell’età adulta.

A questo punto, secondo la controversa Ipotesi del Periodo Critico (Critical Period Hypothesis), il cervello diventa meno ricettivo nell’assimilare nuove informazioni, rendendo così più difficile imparare una seconda lingua. Molti ricercatori trovano vari punti deboli in tale ipotesi, soprattutto per quanto riguarda l’apprendimento di una lingua straniera, ma concordano nel dire che gli studenti più giovani possano sfruttare vantaggi ben precisi:

Cognitivi – la memoria è essenziale per imparare qualsiasi cosa e i bambini assimilano informazioni con maggiore facilità rispetto agli adulti. Alcuni sostengono che questo valga anche per le lingue e la prova di tale convinzione è che gli adulti perdono più difficilmente il loro accento originale in una seconda lingua rispetto ai bambini.

Motivazionali – tecnicamente, si tratta più di uno svantaggio per molti adulti, che faticano a trovare la giusta motivazione per imparare una lingua. I giovani studenti, invece, sono incoraggiati da un gran numero di fattori, come i genitori, gli esami e il desiderio di comunicare con ragazzi della loro età.

Strutturali – nel mondo sviluppato, la maggior parte dei bambini sono liberi di concentrarsi sulla loro istruzione. Con ore dedicate ogni settimana allo studio di una lingua straniera, i progressi sono più o meno inevitabili. Al contrario, gli adulti sono più impegnati e hanno bisogno di ritagliarsi del tempo da dedicare allo studio di una lingua.

Gli adulti hanno tuttavia altri benefici:

Cognitivi  gli studenti più adulti dispongono di sistemi cognitivi più sviluppati e possono integrare gli stimoli provenienti dallo studio di una lingua con la loro grande esperienza. Nel momento in cui si diventa adulti, ci si conosce meglio, si diventa più consapevoli di sé e delle tecniche di apprendimento che funzionano per ciascuno di noi. Alcuni studi hanno dimostrato che gli studenti più maturi ottengono spesso risultati migliori nei test di vocabolario rispetto ai più giovani.

Empirici  con una forte esperienza di vita, è possibile fare associazioni impossibili per la maggior parte dei bambini, ma decisamente utili per l’apprendimento di una lingua straniera. La conoscenza di altre lingue straniere costituirà un grande vantaggio, ma scoprirete che queste associazioni possono verificarsi in modi inaspettati, attraverso il ritornello di una canzone, con slogan che ci suonano familiari o addirittura grazie a cose che non sono nemmeno relazionate con le lingue.

Contestuali – il significato di un linguaggio diventa più chiaro con l’età. Alcune ricerche hanno dimostrato che gli adulti imparano gli aspetti discorsivi e concettuali di una lingua con più successo rispetto ai bambini. Mentre gli studenti più giovani sono in grado di produrre delle frasi grammaticalmente accurate con un accento meno “straniero”, gli adulti riescono ad afferrare concetti più complessi e il linguaggio insito a tali idee.

Questo confronto per dire che i bambini e gli adulti imparano in modo diverso. Gli studi dimostrano che l’unica cosa che i giovani riescono ad ottenere in più è un accento locale convincente, cosa difficilmente possibile per gli adulti. Tuttavia, se avete tempo ed entusiasmo per dedicarvi allo studio, un’ottima padronanza di una lingua è possibile per gli adulti tanto quanto per i bambini.

Come trovare un ambiente di studio adatto agli adulti?

Se i bambini rispondono bene agli esercizi linguistici, questo non vale generalmente per le persone più grandi. Per imparare una lingua da adulti c’è bisogno di molti altri stimoli oltre a quelli in classe.

Imparando una lingua nel paese in cui viene parlata, ci si immerge completamente in una cultura: questo porta ad impegnarsi ulteriormente nello studio e a consolidare il valore pratico delle competenze che stiamo sviluppando. Inoltre, esercitandoci nella lingua in un contesto concreto, abbiamo la possibilità di sviluppare associazioni tra gli elementi teorici della lingua e il suo utilizzo pratico. Studiare la grammatica può essere noioso, ma utilizzare le competenze che ne derivano in una conversazione non lo è affatto!

Quando parliamo con qualcuno in un café, facciamo un chiacchierata in lavanderia o ci gustiamo un drink in un bar locale, l’impegno che abbiamo messo in classe diventa inevitabilmente importante. È facile anche imbatterci in alcune espressioni locali che potrebbero far arrossire l’insegnante di lingua!

L’esperienza di viaggio aumenta la nostra sicurezza. Avendo visto il mondo, abbiamo maggiori punti di riferimento. La sicurezza e l’esperienza di vita sono essenziali per l’apprendimento degli adulti: il cervello giovane che assorbiva come una spugna non sarà più lo stesso, ma al suo posto l’esperienza offre un approccio diverso allo studio della lingua.

Siamo convinti che lo studio all’estero in immersione costituisca il modo ideale per imparare una lingua straniera da adulti. L’apprendimento linguistico si verifica attraverso la combinazione di corsi di qualità con la vita in un’altra cultura, fornendo gli stimoli più adatti agli adulti che desiderano imparare una lingua.

Scegliere un corso

Sappiamo per esperienza che, se molti studenti sono contenti di studiare in un gruppo con diverse fasce d’età, altri preferiscono studiare insieme a partecipanti di età simile. Alcuni studi hanno dimostrato che alcuni studenti più maturi si sentono a disagio in gruppo con persone molto più giovani e questo può ostacolare il loro apprendimento. Un tipico studente di lingua all’estero ha meno di 25 anni, ma noi accogliamo e ci impegniamo ad offrire i nostri servizi a studenti di tutte le età.

Having fun

Con questa considerazione bene in mente, abbiamo recentemente lanciato dei corsi per studenti di 30 anni o più. Alcune destinazioni sono naturalmente più affascinanti per le persone che preferiscono studiare in un gruppo più maturo. Dopo il successo dei corsi d’inglese 30+ a Londra e Malta, abbiamo aggiunto la scuola di Dublino, che consideriamo una delle destinazioni più accattivanti per chiunque desideri migliorare le proprie competenze in inglese a trenta o quarant’anni.

Offriamo inoltre dei corsi per persone di 50 anni o più in varie destinazioni del mondo e in varie lingue.

Anche nelle destinazioni in cui non proponiamo corsi specifici per studenti più maturi, sappiamo quali scuole sono adatte alle diverse fasce d’età e per quali motivi. I nostri consulenti sono sempre a vostra disposizione per aiutarvi a trovare la destinazione e la scuola più adatta a voi.

Perciò, sfruttate al massimo il vostro potenziale: l’unica cosa che vi potrà impedire di imparare una lingua da adulti è la paura di provarci!

E voi? Siete riusciti ad imparare bene una lingua da adulti? Com’è stata la vostra esperienza?

Fonti:

Genesee, Fred. “Second Language Learning through Immersion: A Review of US Programs.”Review of Educational Research 55 (1985): 541-61.

Schulz, Renate A. and Elliott, Phillip, “Learning Spanish as an Older Adult”, in Hispania, Vol. 83, No. 1 (Mar., 2000), pp. 107-119

Swaffar, Janet K., “Competing Paradigms in Adult Language Acquisition”, in The Modern Language Journal, Vol. 73, No. 3 (Autumn, 1989), pp. 301-314

Tochon, Francois Victor, “The Key to Global Understanding: World Languages Education—Why Schools Need to Adapt”, in Review of Educational Research, Vol. 79, No. 2 (Jun., 2009), pp. 650-681

Wiley, Edward W., Bialystok, Ellen and Hakuta, Kenji, “New Approaches to Using Census Data to Test the Critical-Period Hypothesis for Second-Language Acquisition”, in Psychological Science, Vol. 16, No. 4 (Apr., 2005), pp. 341-343

Print Friendly