10 cose che sapete se avete studiato in Inghilterra

Personaggi bislacchi sui bus notturni, pioggia (in)attesa, giri di birra al pub e l’immancabile Sunday Roast… se tutte queste cose vi suonano familiari, allora significa che avete sicuramente studiato in Inghilterra! Che siate stati a Londra, Manchester, Brighton o Liverpool, avete avuto l’occasione d’immergervi nella cultura britannica e di apprezzarne ogni suo aspetto – beh, magari non la pioggia! Qui sotto troverete 10 aneddoti divertenti che probabilmente conoscerete già se avete trascorso un po’ di tempo nel Regno Unito.

 

1. In Gran Bretagna ci sono solo 2 stagioni

Forse avrete notato che in Inghilterra esistono solo due stagioni: l’inverno e alcuni giorni d’estate. Ma va bene lo stesso – del resto, chi ha bisogno della primavera o dell’autunno? Assicuratevi solo di portare un ombrello sempre con voi… e anche la protezione solare per quando il sole farà capolino. Non vorrete di certo perdervelo!

 

via GIPHY

 

2. L’ora del tè è un affare serio

Che vi piaccia o meno, in Inghilterra il tè ha un ruolo fondamentale nella vita quotidiana. Se volete evitare di incappare in qualche guaio con gli inglesi, sapete anche che il latte va messo dopo l’acqua bollente, vero? Non vorrete mica far arrabbiare la Regina!

 

via GIPHY

 

3. Le offerte di Tesco vi hanno salvato la vita

Lo sappiamo tutti: essere uno studente all’estero significa vivere in una costante condizione di povertà. È vero, non avreste dovuto offrire l’ultimo giro di pinte al pub ieri sera… ma, per fortuna, i principali supermercati offrono ogni giorno degli ottimi sconti su articoli selezionati. Problema cena risolto!

 

via GIPHY

 

4. Dire “cheers” al posto di “thank you”

Il vostro professore d’inglese a scuola vi ha insegnato che “cheers” si dice prima di bere una bibita alcolica in compagnia. Verissimo! Ma dopo un paio di giorni in Inghilterra, vi accorgerete che il suo significato principale è quello di dire “grazie”… le persone usano in continuazione “cheers” al posto di “thank you”.

 

via GIPHY

 

5. L’esperienza sui bus notturni

Vi ricordate di quel tizio in canottiera che cantava Lady Gaga e ballava la pole-dance sul fondo dell’autobus? Ci siamo passati tutti, non preoccupatevi. Ci sono così tante storie incredibili sugli autobus notturni che qualcuno dovrebbe scriverci un libro. Se avete studiato in Inghilterra e vi piaceva uscire la sera, è praticamente impossibile che non abbiate vissuto quest’esperienza!

 

via GIPHY

 

6. Le code sempre ordinate

Tra le cose che si possono imparare dai britannici, una in particolare vi sarà utile in futuro: la pazienza. Se avete studiato nel Regno Unito, sapete che una coda rimane sempre una coda, non c’è modo di evitarla. Perciò, reprimete il vostro istinto impaziente e imparate a restare in fila in modo educato ovunque vi troviate.

 

via GIPHY

 

7. L’importanza del Sunday Roast

Il Sunday Roast è per gli inglesi quello che il pranzo domenicale dalla nonna è per gli italiani: fondamentale! Perciò, quando vi trovate nel Regno Unito in una bella domenica di pioggia (o di sole), una delle prime cose da fare è trovare un pub dove gustare un buon arrosto e un boccale di birra. Il piatto include manzo o pollo arrosto, patate, verdura, sugo… e quel delizioso Yorkshire Pudding che non dimenticherete facilmente. 
 
 

via GIPHY

 

8. Going “out out”

Questa è un’altra espressione molto importante che avrete probabilmente imparato mentre studiavate in Gran Bretagna. Quando si esce per bere una cosa o due, per andare al ristorante o al cinema, si dice semplicemente “to go out”. Ma quando si decide di fare le cose in grande, vestirsi di tutto punto e andare in una discoteca all’ultimo grido, allora si è soliti dire “I’m going out out”! In questo caso, “going out out” implica anche qualche drink di troppo 🙂

 

via GIPHY

 

9. Il mistero della parola “loo”

“Loop?”, “loon?”, “luuh?” – lo sappiamo, ci si mette un po’ a capire quello che dicono i britannici. Ma una volta afferrata questa parola, inizierete a usarla sempre! Perché “loo” suona decisamente meglio di “toilet”!

 

via GIPHY

 

10. Prêt à manger – con voi fino alla fine

Il “tomato and mozzarella croissant” di Prêt à Manger è una vera istituzione. Tutti lo conoscono: è il pranzo, snack o cura per il dopo-sbornia perfetto! Ed è anche l’ultima cosa che avete mangiato in aeroporto prima di tornare a casa, mentre cercavate di contrastare quel soverchiante sentimento di tristezza all’idea di lasciare il Regno Unito.

 

via GIPHY

 

Vi siete riconosciuti in molti di questi punti? Allora significa che non solo avete studiato in Inghilterra, ma anche che avete completamente abbracciato la cultura britannica. Ben fatto! Se invece non siete mai partiti per un soggiorno linguistico nel Regno Unito, sarà la vostra occasione – prenotate subito il vostro viaggio e sperimentate in prima persona queste peculiarità tutte britanniche!

Corso di lingua in Inghilterra