Differenze tra cinese mandarino e cantonese

Imparare le lingue Settembre 10, 2019

Nel mondo occidentale ci riferiamo spesso all’idea d’imparare o di parlare il ‘cinese’, ma in realtà, questo termine si riferisce ad un gruppo di varietà linguistiche, la maggior parte delle quali nemmeno intelligibili l’una con l’altra! Alcuni studi effettuati su gruppi della lingua cinese hanno dimostrato che potrebbero esistere anche centinaia di dialetti diversi, dove un parlante di uno di questi dialetti potrebbe non essere mai in grado di capirne un altro! Dal mandarino al Min, passando per il Wu e l’Hakka, esistono infatti numerosi gruppi di dialetti tra cui scegliere!

Due delle versioni di cinese più parlate e conosciute a livello internazionale sono il mandarino e il cantonese: ma come fare a riconoscere la differenza? Gli studenti chiedono spesso in cosa si distinguono. Abbiamo quindi pensato di aiutarvi a capire la differenza tra cinese mandarino e cantonese e riuscire così a riconoscere queste due lingue.

Dove vengono parlati il mandarino e il cantonese?

Il mandarino è la varietà di cinese più parlata, con circa 900 milioni di parlanti in tutta la diaspora cinese (anche se il mandarino viene parlato soprattutto nella Cina continentale). Benché il cantonese possa solo impallidire al confronto, considerando il numero di parlanti (circa 70 milioni), è probabilmente la seconda lingua cinese più parlata al di fuori della Cina. Il cantonese è la lingua ufficiale di Hong Kong e Macao e viene parlato da un gran numero di persone nella provincia di Guangdong, in Cina.

In base alla vostra destinazione nel mondo, incontrerete un maggior numero di cinesi che parla il mandarino o il cantonese. Nel Regno Unito, ad esempio, il cantonese viene parlato più del mandarino, a causa delle maggiori ondate di immigrazione provenienti da Hong Kong.

Qual è la principale differenza tra cinese mandarino e cantonese?

Il cantonese suona in modo completamente diverso dal mandarino. Il numero di toni in cantonese e in mandarino costituiscono una prova significativa della loro differenza: i parlanti di mandarino utilizzano quattro toni diversi, quelli di cantonese ne usano fino a sei.

Chi parla cinese mandarino capisce il cantonese?

I parlanti di mandarino e quelli di cantonese non riescono a capirsi. Benché vengano spesso definiti come dialetti del cinese, ci sono prove abbastanza fondate per classificarli come lingue distinte, considerando anche che nessuno dei due parlanti riuscirebbe a capire l’altra lingua durante una conversazione.

Il cantonese e il mandarino si scrivono nello stesso modo?

Ecco un punto d’incontro tra cantonese e mandarino: tecnicamente condividono dei caratteri comuni, essendo quelli tradizionali del cinese standard. Anche se questi caratteri vengono pronunciati in modo completamente diverso, il significato rimane invariato. Il cinese standard è stato creato basandosi principalmente sul mandarino: questo significa che i parlanti di mandarino parlano sostanzialmente come scrivono, mentre i cantonesi pronunciano lo stesso carattere in modo diverso – non è quindi possibile trascrivere accuratamente il cantonese parlato per iscritto, perché avrebbe un significato complessivo totalmente diverso.

Anche il cantonese ha una sua forma scritta, spesso utilizzata nelle riviste e nei fumetti, oltre che naturalmente nei messaggi e nelle chat! Un parlante di mandarino non è però in grado di padroneggiare questa forma scritta di cantonese e capirne il senso.

In più, con lo sviluppo del cinese semplificato, la maggior parte dei mandarini oggi usa i caratteri semplificati anziché quelli tradizionali, tutt’oggi utilizzati dai cantonesi. Anche i mandarini di Taiwan, Singapore e della Malesia usano i caratteri tradizionali… per caso vi sta venendo il mal di testa?

La grammatica del mandarino è diversa da quella cantonese?

Anche se la pronuncia cambia completamente tra cinese mandarino e cantonese, la grammatica invece è quasi identica. Il cantonese però è più flessibile per quanto riguarda la struttura delle frasi e può cambiare l’ordine delle parole molto più facilmente rispetto al mandarino. Tuttavia, la struttura grammaticale di queste due versioni di cinese rimane sostanzialmente la stessa!

Il cantonese è più facile del mandarino?

Tutte le lingue presentano le loro difficoltà, ma dato che gli studenti di cinese si devono destreggiare principalmente tra i caratteri, per lo più condivisi da mandarino e cantonese, questi non bastano ad indicare un maggiore o minore grado di difficoltà. Anche se la Cina continentale utilizza in gran parte il cinese semplificato, molti consigliano di iniziare con la forma tradizionale del cinese: più difficile, ma usata anche in cantonese!

La parte più ostica è senz’altro quella dei toni: le lingue tonali possono essere di per sé difficili da padroneggiare, e avere sei toni anziché quattro è una vera sfida per i non madrelingua. Detto questo, nessuna delle due versioni di cinese è davvero considerata più difficile dell’altra, perciò seguite il vostro istinto!

Dovrei imparare il mandarino o il cantonese?

Ora che avete capito la differenza tra cinese mandarino e cantonese, dipende tutto da voi! Se il vostro obiettivo è quello d’imparare la storia del cinese e scoprire le radici della lingua, allora il cantonese soddisferà i vostri desideri. Avrete la possibilità di comunicare con un gran numero di cinesi all’estero, dato che il cantonese viene parlato comunemente in varie zone degli Stati Uniti, del Regno Unito e dell’Australia. D’altra parte, se il vostro obiettivo è comunicare con il maggior numero di persone possibile, il mandarino diventa quasi una scelta obbligata! Perché non provare un corso di mandarino e aprirvi a quasi un miliardo di persone in tutto il mondo?

Scopri il mandarino

Fonti:

  • https://www.fluentin3months.com/cantonese/
  • https://www.brainscape.com/blog/2015/06/differences-between-mandarin-and-cantonese/
  • https://etcom.com.au/traditional-simplified-mandarin-cantonese/
  • https://fulltimefluency.com/2018/04/19/spoken-vs-written-cantonese/
Di Emily Lawrenson

Che cosa ne pensi?