10 consigli per lavorare da casa

Carriera 26 Marzo, 2020

A causa della recente epidemia di COVID-19, molti di noi si trovano ad essere confinati in casa e a dover svolgere le loro mansioni quotidiane fra quattro mura. Ricordi quando pensavi che lavorare da casa fosse il massimo del glamour e non vedevi l’ora di alzarti dal letto la mattina e metterti a lavorare in pigiama? Beh, adesso sta succedendo per davvero e vogliamo che tu possa approfittare al massimo di questa situazione!

Stiamo sicuramente attraversando un periodo difficile e pieno d’incertezze, ma ciò non vuol dire che non possiamo uscirne dopo aver imparato molte lezioni e migliorato il nostro lavoro e la nostra produttività. Ecco alcuni consigli fondamentali per chi si trova per la prima volta alle prese con lo smart working:

1.- Attieniti al tuo regolare orario di lavoro 

Va da sé che chi lavora per un’azienda consolidata e non è freelance debba seguire un determinato orario. Questo non solo garantirà un lavoro di squadra produttivo e una maggiore efficienza nella comunicazione con i colleghi, ma aiuta anche a mantenere un senso di normalità quando si è obbligati a lavorare da casa. E dato che siamo in tema…

2.- Presta attenzione alla comunicazione

Essere lontani dai colleghi inizialmente può sembrare un ostacolo insuperabile, ma fortunatamente esistono numerose piattaforme digitali che sono di fatto state progettate per infrangere questa barriera.

Non esitare a fare una chiamata su Skype (o il tuo strumento di videochiamate preferito) se c’è qualcosa che non hai capito bene in un’e-mail. Senti il tuo capo ogni giorno. Avvisa i tuoi colleghi quando vai a pranzo. Condividi il tuo schermo durante le riunioni. Comunica fin più del necessario se serve, ma non dare mai per scontato che gli altri sappiano perfettamente quello che stai facendo o pensando. Inoltre, e forse ancora più importante, comunicare spesso e in modo accurato terrà a bada ogni tua sensazione di isolamento o anomalia.

3.- Crea una routine mattutina… e mantienila!

Sapere di doversi sedere e mettersi all’opera è una cosa. Avere una routine che porta dolcemente a tutto questo è un’altra. Alzarsi e sistemarsi subito davanti al computer con una tazza di caffè può sembrare un ottimo modo per iniziare la giornata – ma fidati, non lo è affatto.

Se vuoi mantenere una certa produttività e non soccombere al senso d’isolamento, attieniti ad una routine mattutina il più possibile simile a quella normale. Fai una doccia, vestiti, fai colazione e, una volta lavati i denti, sarà ora di mettersi al lavoro.

4.- Ritagliati uno spazio di lavoro

Ok, potresti non avere tutta questa scelta di spazi da adibire come ufficio. Ma anche se così fosse, ti preghiamo di stare lontano dal divano. Ci sono sicuramente molte superfici piane (ad esempio, un tavolo!) che, accostate ad una sedia più o meno comoda, si presteranno perfettamente ad uno spazio di lavoro più che adeguato.

Alternare faccende private ad attività professionali è una cosa comune quando ci si trova a lavorare da casa – “Ok, mando solo un paio di e-mail e poi faccio il bucato”. Ehm, il termine procrastinare ti ricorda qualcosa? Avere uno spazio a casa dedicato esclusivamente al lavoro aiuta a concentrarsi completamente sulle proprie mansioni e a mantenere quindi una certa produttività.

5.- Stabilisci delle regole con le persone con cui vivi

A meno che tu non viva da solo, sei probabilmente soggetto a interruzioni, rumori o anche battibecchi su chi deve lavorare dove. Se hai figli, un partner o dei coinquilini, assicurati di essere tutti d’accordo e di aver ben capito alcune regole prima di cominciare a lavorare da casa.

Può essere semplice come stabilire un orario in cui non sono ammesse interruzioni o decidere l’ora dei pasti – sì, rispetta gli orari dei pasti con le persone che vivono con te. Apprezzerai sicuramente la compagnia!

6.- Programma e stabilisci la durata delle pause

È una cosa molto comune pensare che le pause non servano a nulla quando ci si trova a lavorare da casa. Niente di più sbagliato. Le aziende hanno politiche di pause obbligatorie per i loro dipendenti, in quanto è stato dimostrato a più riprese che allontanarsi per un po’ da quello che si sta facendo migliora la qualità e la quantità del lavoro.

Oltre quindi a prenderti del tempo per i pasti, assicurati di programmare lo stesso numero di pause che faresti in ufficio. Fai però attenzione: a casa è molto più facile distrarsi e trasformarla in una pausa infinita! Una semplice misura da adottare è usare un cronometro o il timer della sveglia.

7.- Evita di stare davanti allo schermo dopo il lavoro

Questa è difficile… quindi niente Netflix? Beh, non esattamente… ma cerca di ridurre il numero di ore che passi davanti allo schermo. Che tu ci creda o meno, ci sono tantissime attività che si possono fare a casa senza affaticare la vista.

Leggi un libro. Chiacchiera con le persone che si trovano a casa con te. Ascolta un podcast o quella nuova band che volevi sentire. Qualsiasi cosa tu faccia, cerca di non metterti davanti alla TV subito dopo aver finito il lavoro – fidati, i mal di testa non ne valgono la pena. Ah, e a proposito…

8.- Mantieni delle sane abitudini

Per qualche motivo, lavorare da casa tende a tradursi in una quantità imbarazzante di spuntini – dì la verità, non hai mai fissato il contenuto del tuo frigorifero così tanto a lungo o con così tanta nostalgia. Un modo per evitarlo potrebbe essere quello di limitare gli spuntini al momento delle pause (che hai stabilito in precedenza, ti ricordi?) o assicurarti che siano sani e nutrienti.

Fare esercizio fisico è ugualmente importante. Potresti pensare che non lo avresti fatto in ogni caso, ma solitamente ci si muove molto di più quando non si è confinati a casa. Anche se è solo per 10 minuti al giorno, ti aiuterà a sentirti meglio e più concentrato. E no, andare dal letto alla cucina non vale come esercizio!

9.- Mantieni un atteggiamento positivo

Nessuno dice che l’attuale situazione sia facile, ma è il modo in cui noi, come individui, decidiamo di affrontarla a determinare quanto possa essere difficile o meno. Pensa bene a come puoi trarne vantaggio e addirittura a come puoi divertirti stando a casa – ti assicuriamo che in quasi tutto ci può essere una svolta positiva.

Ci sono molti vantaggi nell’isolamento forzato a casa: non dover vedere quel collega che ti dà sui nervi, avere finalmente il tempo per provare quella ricetta che ti faceva venire l’acquolina in bocca, riorganizzare il tuo guardaroba o addirittura studiare e acquisire nuove competenze.

10.- Allontana il senso di alienazione

È un dato di fatto: anche il Dalai Lama perderebbe leggermente le staffe se dovesse stare a casa per giorni e giorni. È molto probabile che capiterà anche a te, perciò pensa a cosa potresti fare per rasserenarti.

Cambiare ambiente il più spesso possibile ti darà una mano ¬– lascia il tuo spazio di lavoro durante le pause, usa la camera da letto solo di notte e, se hai la fortuna di avere un giardino o uno spazio all’aperto, passaci più tempo possibile.

Socializzare è un altro grande aiuto, soprattutto se fai parte della schiera degli introversi. Ma non si tratta di passare le ore sui Social Media a curiosare cosa stanno facendo i tuoi amici. Chiamali, chiama la tua famiglia, chiama i tuoi colleghi – avranno bisogno di fare una chiacchierata tanto quanto te!

Un altro vantaggio dell’avere così tanto tempo a disposizione è non solo la possibilità di sognare ad occhi aperti il tuo prossimo viaggio, ma anche di organizzarlo in ogni minimo dettaglio!

Ispirami

Di Julia Hoyas

Che cosa ne pensi?