Come programmare un Gap Year: passo per passo

Carriera agosto 7, 2018

Solo al sentire le parole “Gap Year” vi sentite trasportati in un mondo lontano? Forse sognate di trascorrere un periodo all’estero da tutta la vita oppure avete appena vissuto un grande cambiamento e potete finalmente partire per un viaggio così lungo? Qualsiasi cosa vi abbia portati a prendere questa decisione, vi spieghiamo come programmare un Gap Year, passo per passo!

 

1. Pensare a quando partire per un Gap Year

Il termine “Gap Year” venne coniato nel Regno Unito per indicare la pausa che molti studenti si concedevano tra la fine delle scuole superiori e l’inizio dell’università. Oggi però, un Gap Year può svolgersi in qualsiasi momento della vita: tra il conseguimento della laurea e l’inizio di un master, un anno sabbatico dal lavoro o addirittura una meritata pausa dopo la pensione. In poche parole, potete farlo in qualsiasi momento sentiate l’impulso di viaggiare! Se un anno vi sembra troppo lungo, potete scegliere di partire per un periodo più breve, come tre o sei mesi. Al contrario, se avete tanto tempo a disposizione, potete concedervi anche due anni!

2. Decidere cosa fare durante un Gap Year

La cosa fantastica di programmare un Gap Year è poter fare tutto quello che si vuole. Ci sono tantissime opzioni molto popolari, ma se avete bisogno di un po’ d’ispirazione eccovi alcune idee: seguite un corso di lingua all’estero per immergervi completamente nella cultura della vostra destinazione, vivete un’esperienza di volontariato e fate la differenza nella vita degli abitanti locali oppure effettuate uno stage e migliorate le vostre opportunità di carriera. Potete addirittura dedicarvi completamente al vostro hobby preferito o iniziare un’attività in cui avete sempre desiderato cimentarvi, come surf, yoga, cucina o cinematografia. L’aspetto migliore d’iscriversi ad un corso, ad un’esperienza di volontariato o a un programma di tirocinio è il fatto di essere seguiti costantemente dai coordinatori del progetto, anche per quanto riguarda la richiesta del visto o la ricerca di un alloggio.

 

3. Capire come risparmiare denaro in previsione di un Gap Year

Seduti alla vostra scrivania o in classe, sognate ad occhi aperti come programmare un Gap Year e vi state chiedendo di quanto denaro avrete bisogno? Oltre a risparmiare nei mesi precedenti la vostra partenza (dite addio all’iscrizione deluxe in palestra e fate esercizio all’aria aperta, smettete di andare al ristorante e iniziate a cucinare a casa, vendete gli oggetti superflui di cui non avete bisogno), ci sono modi per rimpinguare le finanze e prolungare il vostro viaggio.

Trovare un lavoro part-time all’estero mentre studiate o viaggiate vi aiuterà ad abbattere il costo della vita durante il vostro Gap Year, oltre a favorire gli incontri con la gente del posto in un contesto naturale. Se vi piacciono i bambini, potete anche cercare un impiego alla pari – che nella maggior parte dei casi include l’alloggio – oppure insegnare la vostra lingua attraverso programmi come il JET in Giappone o quelli organizzati per assistenti linguistici in Francia o in Spagna.

 

4. Scegliere dove andare per il proprio Gap Year

Avete chiuso gli occhi, fatto girare il mappamondo e scelto il posto dove si è fermato il vostro dito? Avete creato un foglio Excel super-preciso in cui avete elencato i pro e i contro di ciascuna destinazione? Indipendentemente dalle modalità di scelta, vivrete un’esperienza indimenticabile ovunque abbiate deciso di andare. Se non siete ancora sicuri, pensate a una destinazione con una nutrita popolazione studentesca per trovare una comunità in cui inserirvi.

Australia, Canada e Sudafrica sono famose destinazioni studentesche e sono degli ottimi posti per mettere in pratica il vostro inglese. Se siete alla ricerca di qualcosa di diverso, Tokyo e Seoul sono delle ottime alternative!

 

5. Pensare a come un Gap Year vi possa cambiare la vita

Con tutta questa organizzazione, potreste chiedervi se ne valga la pena ed è per questo che bisogna tenere bene a mente l’obiettivo. Scoprirete un nuovo angolo del pianeta, incontrerete la gente del posto e stringerete amicizie per la vita, acquisirete un’esperienza che vi aiuterà ad ottenere un lavoro o ad entrare in un’università, forse tornerete a casa con un nuovo diploma o un certificato ufficiale, ma soprattutto vivrete il periodo più bello della vostra vita. Investire su voi stessi è la decisione migliore che potreste mai prendere. Dopotutto, se non ora, quando?

Organizza il mio Gap Year

Di Leah Ganse

Che cosa ne pensi?