Tradizioni di Natale in Europa

In evidenzaViaggi December 2, 2021

Credi che le tradizioni di Natale siano uguali in tutto il mondo? Sbagliato! I paesi d’Europa festeggiano il 25 Dicembre in modo molto diverso. Siediti, rilassati, prenditi una tazza di cioccolata calda e scopri queste tradizioni.

 

1. Salsicce, Christkind e mercatini di Natale in Germania

La Germania è un po’ la regina delle tradizioni natalizie e alcune delle più popolari in tutto il mondo trovano origine nelle pittoresche città tedesche.

Un ottimo esempio sono i mercatini di Natale in Europa, una tradizione molto amata che riscalda lo spirito della gente con bancarelle scintillanti e prodotti artigianali come cibo, decorazioni fatte a mano e tanto altro. Sono diventati un simbolo del Natale in tutta Europa, ma le origini si possono ricondurre all’anno 1434 a Dresda.

Benché molte tradizioni tedesche si siano ampiamente diffuse in Europa, il paese conserva ancora delle tradizioni uniche. Ad esempio, non è Babbo Natale a portare i regali, ma il Christkind, il Bambin Gesù: con i boccoli d’oro e una corona in testa, è un personaggio piuttosto diverso dal vecchietto barbuto a cui siamo abituati!

Per quanto riguarda la cena della Vigilia, le famiglie tedesche mangiano un piatto semplice a base di salsicce e insalata di patate, per ricordarsi delle difficoltà di Maria e Giuseppe a trovare un posto per la notte… ma non preoccuparti, il giorno dopo ci saranno tantissimi biscotti di Natale ad aspettarti!

Scopri i mercatini di Natale in Germania

 

2. Cena della vigilia senza carne e una simpatica vecchietta in Italia

  

Se hai la fortuna di passare la Vigilia di Natale con una famiglia italiana, preparati a vivere una serata indimenticabile. La cena della Vigilia si compone di 7 o più portate, ma fortunatamente tende ad avere ingredienti leggeri, come pesce e verdura, per non esagerare prima dell’importantissimo Pranzo di Natale! Se resti in Italia fino al giorno dell’Epifania, il 6 gennaio, potrai conoscere la Befana, una vecchietta che riempie la calza di dolcetti per i bambini bravi e di carbone per quelli che hanno fatto i birichini – non dimenticarti di lasciarle un bicchiere di vino rosso sul davanzale 😉

Incontra la Befana in Italia

 

3. Unica” Barcellona, Spagna

 

Difficilmente troverai delle tradizioni natalizie in Europa più strane di quelle di Barcellona! La prima ha sicuramente a che fare con la scena della Natività, che i bambini adorano ricostruire con tutti i personaggi. Guarda però il presepe con attenzione e noterai la figura del caganer, un tradizionale contadino catalano accovacciato mentre… va in bagno. Le origini sono oggetto di dibattito, ma non sorprenderti quando lo vedi!

Un’altra curiosità di Barcellona è il Tió de Nadal, un tronchetto con faccia, cappello e gambe. Viene allestito in soggiorno e i bambini gli danno da mangiare durante tutto l’Avvento. Poi, alla Vigilia di Natale, i bambini cantano una canzone mentre lo colpiscano con un bastone, affinché faccia uscire i regali dal suo didietro – sì, è una cosa vera!

Festeggia in modo unico in Spagna

 

4. Letterine regolamentate dalla legge e cene di Natale in Francia

 

Una delle tradizioni natalizie più stravaganti d’Europa ha origine in Francia, un paese che crede fermamente nel mantenere vivo lo spirito natalizio il più a lungo possibile per i bambini.

Le letterine a Babbo Natale vengono mandate dai bambini di tutto il mondo, ma la Francia è l’unico paese in cui devono ricevere una risposta per legge.

Dal 1962, se un bambino in Francia invia una lettera indirizzata a Père Noël (Babbo Natale), la legge impone che riceva una risposta dal vecchio barbuto in persona!

In più, il Natale in Francia è legato alla buona tavola e si contraddistingue per le sue cene e banchetti. Chiamata Réveillon la cena della Vigilia prevede ostriche, caviale e foie gras – del resto, ti aspetteresti qualcosa di diverso dal Natale in Francia?

Reclama il tuo spirito natalizio in Francia

Crediti fotografici: Roma di Giuseppe Milo via cc, Barcellona di Valerie Hinojosa via cc e Berlino di Marcus Meissner via cc

By Leah Ganse

What do you think?