Perché i bambini imparano le lingue più velocemente con lo sport?

Imparare le lingue novembre 21, 2017

Tutti siamo alla ricerca di quel trucchetto magico per imparare una lingua più velocemente. Anche per i bambini, notoriamente delle spugne per quanto riguarda l’apprendimento delle lingue grazie alla loro giovane età, esistono dei modi per migliorare il modo in cui le assimilano.

È risaputo che fare esercizio porti al rilascio di endorfine, sostanze chimiche che riducono il dolore e portano alla cosiddetta euforia da post-allenamento. Probabilmente non sapete invece (ed è stato dimostrato) che l’esercizio fisico svolge un ruolo fondamentale per la memoria e l’attenzione: l’ideale per i giovani studenti di una classe. Non ci credete? Continuate a leggere per scoprire perché i bambini imparano le lingue più velocemente con lo sport.

 

Varia la routine

 

Unire lo sport allo studio di una lingua è una distrazione sicuramente molto apprezzata dagli studenti! Anziché essere costretti tra i muri di una classe, uscire all’aria aperta, svagarsi con un gioco adrenalinico e variare la classica routine costituisce per i ragazzi una vera e propria ricetta per il successo. Incorporare diverse attività nei momenti di studio è un ottimo modo per contrastare i famosi cali d’attenzione e assicurarsi che i bambini siano più “concentrati” e meno “distratti”.

 

Migliora la memoria

Gli esercizi ad alto dispendio energetico stimolano il cervello. Rincorrere la palla a calcio o a basket, nuotare al mare o in piscina e arrampicarsi su una parete rocciosa incidono tutti sull’abilità del cervello di conservare la memoria a lungo termine. La memorizzazione è un aspetto fondamentale nell’apprendimento di una lingua, perciò lo sport e lo studio di nuove parole vanno di pari passo. In più, i risultati sono davvero a lungo termine: il vocabolario non verrà più studiato solo per le verifiche in classe e poi subito dimenticato!

 

Consente di mettere in pratica le lingue in un contesto reale

 

Combinare lo studio di una lingua con un’attività dimostra come le competenze linguistiche possano essere messe in pratica in un contesto reale. Una cosa è sentirsi dire dal proprio insegnante quanto una lingua sarà utile per il proprio futuro, un’altra è usare concretamente quella stessa lingua per comunicare con i compagni di squadra o per seguire le indicazioni dell’allenatore! Il fatto di dover pensare e rispondere velocemente è un ottimo modo per saper fare buon uso di una lingua.

 

Aiuta la concentrazione

Quanto spesso si sente parlare di iperattività tra i giovani studenti? È fin troppo comune vedere un bambino che non riesce a stare fermo in classe o guarda costantemente fuori dalla finestra – ecco quando lo sport ci può venire in aiuto! Alternando lo studio all’attività sportiva (prima e dopo le lezioni sarebbe l’ideale), gli studenti rientreranno in classe più rilassati, rinvigoriti e concentrati – la condizione ideale per imparare una lingua. Del resto, i bambini hanno bisogno di una valvola di sfogo per tutta quell’energia!

 

È comprovato dalla scienza

In uno studio effettuato tra gli studenti cinesi nel maggio 2017, i ricercatori hanno testato due gruppi: uno che imparava il vocabolario inglese mentre pedalava su delle cyclette e un altro che studiava lo stesso vocabolario stando seduto al banco. I risultati sono sorprendenti: non solo il gruppo sulle cyclette ha risposto ad una percentuale maggiore di risposte corrette, ma ha anche avuto un tempo di risposta più breve. Dopo aver analizzato i risultati, gli scienziati a capo dello studio hanno inequivocabilmente stabilito che i bambini imparano le lingue più velocemente con lo sport. 

Perciò, dato che le moderne classi di oggi non sono ancora attrezzate con le cyclette, come possiamo rendere concrete queste scoperte per i bambini che studiano le lingue? I campi di lingua estivi con sport sono un ottimo modo per migliorare velocemente, ma concretamente, l’esperienza di studio dei bambini e dei ragazzi. In alternativa, è possibile iscrivere i propri figli a delle attività sportive extradidattiche durante la pausa pranzo o dopo la scuola, affinché possano fare il pieno di energia prima di dedicarsi ai compiti per casa. In qualsiasi modo decidiate di attuarla, la formula bambini+lingue+sport è davvero vincente!

Combinate lingua e sport!

Di Leah Ganse

Che cosa ne pensi?