Deutsche Sprache, schwere Sprache… il tedesco è una lingua così difficile da imparare?

“Deutsche Sprache, Schwere Sprache” (“lingua tedesca, lingua difficile”) è una frase spesso utilizzata dai tedeschi per riconoscere le sfide e le idiosincrasie che la madrelingua più parlata dell’Unione Europea ci pone davanti. Ma imparare il tedesco è davvero più difficile?

Analogamente alle altre lingue, anche il tedesco presenta elementi “facili” e altri “più complicati”. L’esperienza di apprendimento di un nuovo idioma dipende in larga misura dalla propria formazione. Ad esempio, se avete studiato un po’ di latino oppure parlate una lingua di ceppo slavo, i quattro casi del tedesco non vi sembreranno poi così ostici! Iniziamo ora ad analizzare le lamentele più comuni degli studenti di tedesco:

Schwere Sprache…

mark-twain

Mark Twain – non esattamente un grande fan del tedesco

Mark Twain raccontò le sue difficoltà con l’apprendimento della lingua tedesca in un dissacrante articolo, intitolato The Awful German Language (La terribile lingua tedesca). “Sicuramente non esiste al mondo un’altra lingua così sciatta e asistematica, così sfuggente e inafferrabile”. O forse era semplicemente una considerazione poco carina?

Genere dei nomi

Si tratta di una particolarità alla quale non siamo troppo abituati (figuriamoci cosa ne pensano i madrelingua inglesi). Il tedesco presenta, infatti, tre generi grammaticali: maschile, femminile e neutro. Ciascun nome ha il suo genere, come ad esempio, das Messer (il coltello), die Gabel (la forchetta) e der Löffel (il cucchiaio).

Fin qui ci siamo… il problema è che la categoria grammaticale non corrisponde necessariamente al genere che saremmo tentati di assegnarle, fatto ampiamente dimostrato da parole come “la ragazza”, che diventa das Mädchen (neutro), o “il piccone” (die Spitzhacke) che invece è femminile. Quando s’impara un nome in tedesco, è necessario memorizzarlo insieme al suo genere. Se vogliamo guardare il lato positivo, ci sono moltissimi indizi a fine parola, che permettono di determinarne il genere: parole che terminano per -ich o –ling, ad esempio, sono solitamente maschili.

Casi & declinazioni

Il tedesco ha quattro casi grammaticali: nominativo, accusativo, dativo e genitivo. Il ruolo di una parola all’interno di una frase ne determina il caso, che a sua volta influenzerà l’articolo da utilizzare. Di conseguenza, das Madchen (la ragazza) diventa dem Madchen (dativo, alla ragazza) se le si sta dando qualcosa, poiché è la persona che riceve un oggetto in questione, il quale a sua volta avrà un articolo accusativo. “Una bella ragazza” sarà ein hübsches Mädchen.

Twain parla di uno studente americano di sua conoscenza che “preferirebbe piuttosto declinare due drink che un aggettivo tedesco”! Se non siete abituati ai casi, potreste aver bisogno di un po’ di tempo per ingranare, ma chiunque abbia studiato russo, latino (entrambi con sei casi) o una qualsiasi lingua slava, li troverà decisamente familiari. Moltissimi secoli fa anche l’inglese faceva libero uso di casi e declinazioni, i quali sono andati tuttavia scomparendo nel Medioevo, con la massiccia penetrazione di parole e strutture francesi nella lingua anglosassone.

Ordine delle parole

Il tedesco adora tenervi in sospeso! Il secondo verbo di un enunciato viene portato alla fine della frase. Come se non bastasse, alcune congiunzioni (di cui la più comune è weil – “perché”) richiedono, allo stesso modo, che il verbo sia spostato alla fine della frase. Perciò, una semplice locuzione come: “devo andare in bagno perché sto per esplodere” diventa “devo andare in bagno perché per esplodere sto!” I verbi, inoltre, hanno l’abitudine di ammassarsi alla fine della frase, in particolare se stiamo parlando al passato. Ma una volta fatta l’abitudine al ritmo del tedesco, l’ordine delle parole vi sembrerà perfettamente naturale.

Plurali tedeschi

Non c’è niente da fare, sono una vera spina nel fianco! In tedesco ci sono 5 modi diversi per formare il plurale, mentre in inglese di solito basta aggiungere una “s” e in italiano si può intuire la desinenza del plurale, a seconda del genere maschile o femminile della parola. Ma anche in questo caso, non sempre è più facile nelle altre lingue. Pensate ai plurali irregolari dell’inglese come children, men e sheep o alle innumerevoli eccezioni della lingua italiana, come il bue – i buoi, l’uomo – gli uomini, l’uovo – le uova!

Nicht so schwer!

Vienna

Cattedrale di Santo Stefano, Vienna

Finora vi è sembrato difficile? Non temete, ci sono moltissime cose che rendono la lingua tedesca divertente da imparare.

L’ortografia & la pronuncia sono intuitivi

A differenza di lingue come l’inglese o il francese, in tedesco si legge come si scrive. Questo facilità la pronuncia e la corretta ortografia. Per di più, i tedeschi pronunciano effettivamente tutte le sillabe, cosa che permette di seguire senza difficoltà i programmi televisivi in lingua, capire i testi delle canzoni e afferrare i dettagli di una conversazione.

Sembra familiare…

Se parlate inglese, neerlandese, svedese, danese, norvegese o un’altra lingua di ceppo germanico, troverete molte analogie che vi sembreranno familiari. Sapevate che 97 sulle 100 parole inglesi più utilizzate hanno radici germaniche?

I tempi verbali, facili come bere un bicchiere d’acqua

Anche in tedesco è assolutamente normale usare il presente per indicare un’azione futura. “Domani vado al cinema” è una frase grammaticalmente corretta. In gran parte della Germania e ovunque a sud del Weißwurstäquator (incluse Austria e Svizzera), la maggior parte dei parlanti non si preoccupa del Präteritum-passato remoto del 99% dei verbi e si limita ad utilizzare il Perfekt-passato prossimo (“sono stato impegnato”), il quale è piuttosto facile da imparare. Mettetelo a confronto con l’interminabile serie di tempi verbali dell’italiano, dell’inglese o dello spagnolo!

C’è della logica in tutto questo!

Tutti i nomi vengono scritti con la lettere maiuscola – anche Mark Twain dovette ammettere che si trattava di una buona idea. Nella lingua tedesca c’è tuttavia moltissima logica. Ad esempio, una volta memorizzati i prefissi dei verbi, sarà incredibilmente facile intuirne il significato. Il sito About.com offre alcune pagine molto utili sui prefissi tedeschi. Una volta assimilati generi e casi, apprezzerete la concretezza di questa lingua. Alcune persone ipotizzano che il vecchio (e piuttosto ingiusto) stereotipo dei tedeschi privi di senso dell’umorismo derivi da questa esasperata precisione della lingua tedesca, la quale non incoraggia i doppi sensi così popolari nello humour inglese.

Il divertimento di giocare con le parole

Il tedesco è famoso per la sua tendenza a comporre parole di qualsiasi tipo, il che significa che si possono unire due o tre parole insieme per crearne una nuova. La parola tedesca più lunga registrata dal Guinness dei Primati era composta da ben 79 lettere. Non riuscite a trovare la parola che state cercando? Createla!

Quindi, il tedesco è davvero difficile da imparare?

Il tedesco presenta ovviamente alcuni elementi più facili da imparare e altri più difficili. In ogni caso, ciò che può essere considerato “semplice” o “complicato” dipende fortemente dalla nostra formazione personale. Una cosa è certa: vi divertirete molto di più e farete maggiori progressi studiando il tedesco in immersione, con uno dei nostri programmi premiati da vari riconoscimenti. Date un’occhiata ai nostri corsi di tedesco in Germania, Austria e Svizzera e il nostro post sulle migliori destinazioni per un corso di tedesco in inverno. Viel Spaß!

Print Friendly