Siete incappati nel temuto blocco linguistico?

brain

Il vostro cervello è diventato gelatina?  Foto: skpy

Quando s’impara una lingua in immersione, vengono assorbite moltissime nuove informazioni in un lasso di tempo piuttosto breve.

È assolutamente normale alternare momenti di facile e immediata assimilazione della grammatica e delle parole a periodi di elaborazione e consolidamento. Le nuove competenze hanno bisogno di tempo per assestarsi.

Anche se tutto questo può sembrarvi frustrante, è bene tenere bene a mente che le nuove competenze attecchiranno in modo più approfondito e duraturo, se prenderete tutto il tempo che vi serve ad impararle come si deve.

Blocchi linguistici durante l’esperienza in immersione

reading

Foto: Ed Yourdon

Imparare una lingua attraverso un’immersione di lunga durata è il modo più efficace per sviluppare un’effettiva padronanza e scioltezza nella lingua. Anche in questo caso, di tanto in tanto, potreste pensare di aver raggiunto un blocco linguistico e avere la sensazione che le nuove parole non vogliano proprio restare impresse nella vostra memoria. Cosa pretendete, siete umani dopotutto!

Eccovi alcune idee che potrebbero aiutarvi a superare questo momento di stallo:

1. Provate qualcosa di diverso

Cambiare aria è utile tanto quanto un ben meritato riposo. Se state vivendo l’esperienza di un soggiorno linguistico di lunga durata, potreste trarre notevoli benefici cambiando l’ambiente che vi circonda, anche solo per il weekend. Naturalmente, molti studenti trovano qualcosa di nuovo da vedere e da fare ogni singolo fine settimana.

Nuovi ambienti e nuove attività vi porteranno ad utilizzare e ad assimilare parole in modo naturale ed è quindi molto probabile che vi resteranno impresse più facilmente.

Prendete in considerazione anche l’idea di modificare il vostro metodo di studio. Se trascorrete la maggior parte del tempo con la testa sepolta sotto una montagna di libri, uscite e andate a chiacchierare con le persone del posto. Se non scrivete mai nella lingua che state studiando, provate a mandare delle email ai nuovi amici che avete conosciuto. Se non avete ancora mai letto un giornale locale, forse è arrivato il momento di farlo.

2. Smettetela di uscire solo con le persone che parlano la vostra lingua

O almeno, cercate di passare più tempo con le persone che non la parlano. È assolutamente normale desiderare di trascorrere del tempo con le persone che parlano la vostra stessa lingua, ma non è certo di grande aiuto se volete impararne un’altra. Cercate di trarre il massimo dal vostro soggiorno all’estero!

3. Leggete

Leggete giornali, riviste, libri… qualsiasi cosa vi piaccia. Leggere nella lingua che state imparando vi aiuterà a sviluppare il vostro vocabolario.

4. Cambiate lingua

Potrebbe sembrare controproducente, ma se state vivendo l’esperienza di un soggiorno di lunga durata, potreste trarre notevoli benefici da un paio di giorni lontano dalla lingua che state studiando. Ad esempio, se vi trovate in America Latina per imparare lo spagnolo, passate il fine settimana in Brasile.

Vi sembra strano? Il fatto di essere circondati da un’altra lingua vi aiuterà a capire fino a che punto avete fatto progressi nella lingua che state effettivamente studiando. Al ritorno, avrete una nuova e rinnovata consapevolezza delle vostre capacità e una mente sgombra per assorbire nuove informazioni.

5. Flashcards

Attività divertenti e vacanze mordi-e-fuggi sono un’autentica ventata d’aria fresca, ma per fare il massimo dei progressi dovete integrarle con alcune tecniche classiche. Le “flashcards”, o schede didattiche, sono insuperabili. Utilizzatele durante i lunghi viaggi in autobus o in aereo, passate almeno venti minuti al giorno a studiarle… in qualsiasi modo decidiate di usarle, le fleshcards sono le migliori amiche di chi studia una lingua.

Non saranno alla moda, ma sono incredibilmente efficaci: sia all’estero, sia una volta rientrati a casa dal viaggio.

Dopo il rientro a casa

flight

Foto: Mike Baird, bairdphotos.com

Il vostro apprendimento linguistico subirà un rallentamento quando non sarete più immersi nella lingua che state studiando, e potrebbe arrestarsi del tutto se non prestate la dovuta attenzione.

Potreste avere ancora le fidate flashcards che vi sono state così utili in Bolivia, ma in qualche modo non provate la stessa sensazione nel leggerle, quando non siete su un autobus sgangherato che attraversa cigolante le Ande. Di nuovo, tutto questo è assolutamente normale.

Il rischio è quello di iniziare a perdere le capacità sulle quali avevate lavorato così duramente all’inizio.

Perciò, come continuare a sviluppare le vostre competenze linguistiche, anche quando non vi trovate più in immersione?

1. Media locali online

Internet è pieno di risorse per chi studia una lingua. Una volta raggiunto un buon livello linguistico, i media locali e internazionali costituiscono una delle migliori risorse per lo studio, dove potete leggere, guardare o ascoltare storie, notizie, opinioni e programmi d’intrattenimento. In questo modo, resterete aggiornati sugli aspetti culturali della lingua e manterrete un buon livello di grammatica e vocabolario.

2. Podcasts

Anziché farvi rimbombare i timpani con gli ultimi mashup “bashment/gabba” di scuola disco-norvegese mentre fate jogging, potreste scaricare dei podcast nella lingua che state studiando. Spesso sono gratuiti e molti giornali ne pubblicano alcuni su argomenti d’attualità. Anche in questo caso, continuerete a restare collegati agli importanti aspetti culturali e a migliorare ulteriormente il vostro lessico.

3. Libri

Potete facilmente ordinare libri in lingua straniera su Amazon. In alternativa, potreste considerare l’idea di pubblicare un annuncio su un giornale locale o un forum e informarvi se c’è qualcuno con vecchi libri ai quali non è più interessato. Non dovete nemmeno andare in cerca dei grandi autori per una sana lettura… spesso un giallo o una storia d’amore sono più facili da leggere e più divertenti.

4. Scambio linguistico

Siti web come the mixxer consentono d’incontrare persone che desiderano imparare la vostra lingua e vi daranno una mano ad esercitarvi nella loro. Se siete all’università, molto probabilmente troverete un programma di scambio linguistico a disposizione degli studenti interessati, rivolgendovi semplicemente all’ufficio relazioni internazionali.

5. Ritornate sul posto!

Reimmergetevi nella lingua che avete imparato! Anche un paio di settimane di studio in immersione vi aiuteranno a ristabilire un legame con la lingua che avete studiato, a riscoprire la vostra scioltezza e a reinstaurare un legame con la cultura che sta alla base della lingua stessa.

Se avete bisogno di una rinfrescata per portare le vostre conoscenze linguistiche ad un altro livello, siete nel posto giusto. Fate la vostra scelta tra la nostra straordinaria offerta di corsi di lingue nelle varie destinazioni del mondo e unite una piacevole vacanza allo studio della lingua.

Print Friendly