Lavorare in lingua straniera – di quale livello linguistico ho bisogno?

Poche cose permettono di sviluppare le competenze linguistiche più di un’esperienza lavorativa in lingua straniera. Parlare una lingua per ore ed ore al giorno migliorerà la vostra padronanza e vi permetterà di ampliare il vostro vocabolario con una grande quantità di termini specifici. Senza dimenticare gli aperitivi del dopolavoro, le pause caffè, il gossip a pranzo e tutte le esperienze sociali annesse e connesse.

La sfida, però, è prima di tutto trovare un lavoro.

Alcuni ruoli specifici richiedono un’elevata conoscenza della lingua prima di poter essere presi in considerazione. Ad esempio, dopo lo scandalo di alcuni dottori che non riuscivano a comunicare in inglese con i propri pazienti, il Sistema Sanitario Nazionale del Regno Unito ha alzato l’asticella del livello richiesto a 7.5 del certificato IELTS (tra il livello C1 e C2 del QCER).

Per fare un confronto, la maggior parte delle migliori università britanniche richiede tra 5 e 7 punti IELTS per l’ammissione ai corsi impartiti in inglese.

Naturalmente il lavoro in campo medico è un esempio estremo, dove le competenze linguistiche possono fare la differenza tra la vita e la morte.

Una volta raggiunto un buon livello intermedio potrete scegliere fra diverse opportunità di lavoro, ma è bene sapere che ci sono anche alcune possibilità per i principianti.

La prima cosa da ricordare…

Per un datore di lavoro, il vostro carattere e il vostro entusiasmo sono molto più importanti di qualsiasi competenza linguistica. Avere un atteggiamento positivo significa imparare più velocemente e questo vale sia per le abilità sul lavoro, sia per le competenze linguistiche.

Possibilità di lavoro con livello principiante/intermedio inferiore (A2/B1 del QCER)

Se capite a stento quello che vi viene detto e riuscite ad utilizzare solo un numero limitato di espressioni precostruite, forse siete pronti per una carriera in politica!

picking-fruit

Scherzi a parte, i lavori accessibili con un livello linguistico elementare prevedono dei compiti manuali in fabbriche o magazzini, nel settore dell’agricoltura (ad esempio la raccolta della frutta) o delle pulizie. Questi lavori comportano uno scarso livello di comunicazione, ma offrono la garanzia di un’entrata di denaro che vi permetterà di prolungare il vostro soggiorno mentre studiate all’estero.

Possibilità di lavoro con un livello intermedio (B1/B2 del QCER)

Con un livello intermedio, le proposte di lavoro iniziano a farsi più interessanti. Lavorare nel settore dei servizi, ad esempio, è la soluzione ideale per migliorare le proprie competenze linguistiche, perché permette di parlare tutto il giorno con i clienti e con i colleghi. Trovare un lavoro in un hotel, in un bar, in un ristorante o in un café è una scelta molto comune e un’ottima occasione per fare nuovi incontri.

waitresses

Come per tutti i settori, una migliore conoscenza della lingua offre maggiori vantaggi. Nel brusio di un bar affollato, può essere difficile distinguere ogni singola parola, ma questo ambiente sociale vi permetterà di fare tantissima pratica nella lingua.

I settori accessibili per i principianti sono ovviamente disponibili anche per chi ha raggiunto un livello intermedio della lingua.

Possibilità di lavoro con un livello avanzato (C1 del QCER)

Una volta raggiunto il livello C1, potrete accedere all’istruzione universitaria (molte università richiedono un esame o un certificato di livello B2) e a varie posizioni lavorative. Avrete la possibilità di trovare un lavoro d’ufficio che richiede la vostra madrelingua e la conoscenza di una seconda, ma ricordate che non avrete gli stessi benefici di un ambiente lavorativo al 100% in lingua straniera.

cool-office

Molte posizioni lavorative basate su una comunicazione accurata ed efficace, come la redazione e la divulgazione di testi scritti, resteranno fuori dalla vostra portata, ma avrete comunque la possibilità di accedere a moltissimi altri incarichi. Prendiamo nuovamente ad esempio il servizio sanitario britannico: nonostante non sia possibile lavorare come dottori con un livello d’inglese B2/C1, potreste avere il livello necessario per lavorare come infermieri.

Certificati

Un esame o un certificato ufficiale rappresentano il modo migliore per comprovare le vostre competenze linguistiche a un datore di lavoro. Consultate i nostri corsi di preparazione agli esami d’inglese e agli esami in altre lingue.

Lavorare con le lingue straniere nel proprio paese

Potreste acquisire esperienza anche lavorando con una lingua straniera nel vostro paese. Le aziende multinazionali preferiscono centralizzare alcune operazioni e le figure più ricercate lavorano nell’ambito dell’assistenza telefonica al cliente.

Programmi Work & Study

Trovare un primo impiego in lingua straniera è forse il passo più complicato. Senza esperienze sul mercato del lavoro locale può essere difficile rendere accattivante il proprio CV.

Per questo, proponiamo vari programmi di lavoro in lingua straniera disponibili dal livello intermedio (B1-B2 del QCER).

Esperienze di lavoro & tirocini

Se avete ambizioni lavorative a lungo termine in un paese straniero, un tirocinio è sempre un ottimo modo per iniziare. Le aziende più competitive richiedono un’esperienza pregressa prima di prendere in considerazione un CV.

I nostri programmi di stage offrono la possibilità di combinare un corso di lingua con un tirocinio a tempo determinato alla fine del percorso di studi. Le posizioni disponibili partono dal livello intermedio.

Un modo eccellente per migliorare la padronanza linguistica

Una volta imparata la grammatica e acquisito una solida base linguistica, la padronanza arriverà con l’esercizio pratico. Trascorrere ore lavorando in una lingua straniera vi permetterà di guadagnare un po’ di denaro e di continuare a sviluppare le vostre competenze.

Quali sono i vostri consigli per lavorare con le lingue straniere?

Crediti fotografici: Raccolta della frutta – Shutterstock, Cameriere – Shutterstock, Ufficio – Shutterstock

Print Friendly