Un’esperienza di studio e lavoro in Australia e Nuova Zelanda

Sognate di vivere in Australia, di esplorare il suo territorio straordinario, di cavalcare le onde per poi rilassarvi sulla spiaggia davanti ad un barbecue, tutto questo mentre imparate l’inglese? L’idea di trascorrere un anno intero sul suolo australiano vi attrae, ma siete frenati dal timore che quest’esperienza possa rivelarsi decisamente costosa, forse troppo?

kangaroo

Foto: Mr. Imperial

Sognate di vivere in Australia, di esplorare il suo territorio straordinario, di cavalcare le onde per poi rilassarvi sulla spiaggia davanti ad un barbecue, tutto questo mentre imparate l’inglese? L’idea di trascorrere un anno intero sul suolo australiano vi attrae, ma siete frenati dal timore che quest’esperienza possa rivelarsi decisamente costosa, forse troppo?

Non abbiate fretta di rinunciare al vostro sogno dall’altro capo del mondo!

Pensateci bene: per dare una boccata d’aria fresca ai vostri risparmi, potreste unire lo studio della lingua inglese ad un’autentica esperienza lavorativa in Australia, in modo da avere un budget più ampio a disposizione ed entrare ancora più in profondità nello stile di vita e nella cultura Aussie! Cosa ve ne pare dell’idea?

Il governo australiano ha da tempo pensato a questa soluzione ed offre agli studenti la possibilità di lavorare, durante o dopo il corso di lingua, grazie ad alcuni visti, di cui il più ambito è senz’altro il Working Holiday Visa.

Valido per 12 mesi dal vostro arrivo in Australia, il Working Holiday Visa è la soluzione ideale se desiderate esplorare il paese una volta concluso il vostro corso di lingua. Con questo a tipo di visto, avrete la possibilità di studiare fino a 4 mesi e di lavorare fino a 6 mesi sul territorio australiano. Per ottenerlo è tuttavia necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • Essere al di fuori del territorio australiano al momento della richiesta e del rilascio del visto
  • Non aver precedentemente soggiornato in Australia con un visto Working Holiday (417)
  • Non aver precedentemente soggiornato in Australia con un visto Work and Holiday (462)
  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni (compiuti) al momento della richiesta del visto

Non tutti i paesi europei aderiscono al progetto Australian Working Holiday Visa e vi consigliamo pertanto di consultare le informazioni pubblicate su questa pagina del governo australiano, per scoprire quali nazioni partecipano al programma.

Gli studenti che sono in possesso della cittadinanza di paesi come Argentina, Bangladesh, Cile, Indonesia, Iran, Malesia, Tailandia, Turchia, Stati Uniti e Uruguay, possono fare richiesta per ottenere un visto alternativo, il Work and Holiday Visa, valido sempre per vivere un’esperienza di studio e lavoro di un anno in Australia.

Il classico Student Visa for Australia, invece, è consigliato per gli studenti che desiderano lavorare solo durante il loro periodo di studio della lingua. Questa tipologia di visto vi permetterà di lavorare fino a 40 ore ogni due settimane durante lo svolgimento dei corsi (non vengono calcolate le attività lavorative direttamente correlate alle attività didattiche) e per un numero illimitato di ore durante le interruzioni programmate delle lezioni, ma non vi sarà possibile lavorare una volta terminato il periodo di studio.

bondi-surfing

Foto: Glenn Harper

Anche se il boom economico australiano è ancora in piena espansione e le ottime opportunità di lavoro non mancano, dovrete sempre avere delle aspettative realistiche: di solito, gli studenti possono presentare le loro candidature per un impiego nell’ambito della ristorazione e del giardinaggio, oppure dedicarsi all’agricoltura e all’estrazione mineraria nei territori lontani dalle grandi città.

Ancora più a sud, attraversando il Mar di Tasmania, un paese dalla natura incontaminata offre varie opportunità di studio e lavoro nella terra dei Maori. La Nuova Zelanda, che prevede regole leggermente diverse rispetto ai programmi in Australia, ha infatti stipulato degli accordi unilaterali con vari paesi, che potrete consultare sul sito sito dell’immigrazione in Nuova Zelanda. In aggiunta, il governo neozelandese mette a disposizione una lista di siti web per le offerte di lavoro locali.

Lontano da una crisi finanziaria che attanaglia l’Europa e non sembra allentare la presa, l’idea di vivere un’esperienza di studio e lavoro in Australia può essere un’esperienza entusiasmante, oltre che formativa. La pensa in questo modo, Verity Applebly, che ha lasciato la costa di Brighton, nel Regno Unito, per iniziare un’esperienza di lavoro a Sydney, con l’organizzazione internazionale di Amnesty International. Qui ha trovato un ambiente di lavoro dove “sembra esserci una minore pressione e un maggiore interesse sulla qualità del proprio tempo libero”. Se avete già una qualche esperienza nel mondo del lavoro, le possibilità di crescita professionale potrebbero rivelarsi davvero interessanti, come affermato da Verity: “Dato che il mercato australiano è molto più piccolo rispetto a quello britannico, qui s’impegnano al massimo per trovare persone con ottime competenze… il fatto di arrivare dal Regno Unito ha costituito un autentico vantaggio… ed è stata la migliore svolta per la mia carriera!”

Se desiderate prolungare il vostro soggiorno all’estero, vivere un’autentica avventura dall’altro capo del mondo, scoprire territori dalla bellezza incontrastata e dare una dimensione multisfaccettata al vostro periodo di studio in Australia o in Nuova Zelanda, l’esperienza di lavoro in uno di questi paesi è la soluzione più adatta a voi… e al vostro budget!

Per ottenere maggiori informazioni sulle varie possibilità di studio e lavoro in Australia, consultate la pagina web: http://www.esl.it/it/e/gap-year/corsi-lingua/lunga-durata/lavori-retribuiti/australia.htm

Print Friendly